La ragazza e il tagliacapelli

Oggi sono andata a un centro commerciale della mia zona e ho chiesto un tagliacapelli con più misure possibili. Il commesso dava per scontato che fosse per il mio fidanzato o per mio padre, addirittura per il nonno: ho scostato un po’ i capelli e gli ho fatto notare la mia acconciatura. Ho seguito la moda, l’anno scorso, e ho ceduto alla rasatura dei capelli da un lato soltanto, generalmente porto la divisa da una parte e si vede, ma stavolta, facendo un po’ freddino, ho pensato che fosse più saggio fare la divisa centrale e coprire quel povero orecchio sinistro che subisce sempre il gelo.

Comunque, alla fine costava tutto un sacco. Sono andata a casa e mi sono connessa, internet è il migliore amico di tutti perché ha le risposte per tutti: mi sono messa a cercare tra i forum e ho provato a scrivere un post di richiesta anche io, specificando che sono una ragazza e per cosa mi servirebbe. Mi hanno consigliato un modello abbastanza piccolino, ottimo per ritagliare un lembo soltanto di capelli come mi servirebbe, e il ragazzo che mi ha risposto (un parrucchiere) mi ha anche scritto poi un messaggio privato con un sito. Visita il sito web che ti allego, quel modello lì ha il prezzo migliore su questo sito, non lo trovi a meno da nessun altra parte!

E così l’ho preso. Il motivo? Mi sono stufata di dover andare dalla parrucchiera ogni settimana per ritagliare un quadratino di capelli che mi costa quanto mi costerebbe un tagliacapelli! Ho provato a fare con la lametta ma tralascio i risultati, perché solo a pensare al prurito seguente mi viene da grattarmi incessantemente la testa fino a vedere sgorgare il sangue.

Quando arriverà dovrò fare qualche esperimento, dovrebbe funzionare senza filo quindi come maneggevolezza non dovrebbe essere un problema, sono un’onicotecnica quindi con gli strumenti di precisione mi ci so muovere abbastanza bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *